Arrestato l’autore delle rapine alle tabaccherie

Attualità 0
Arrestato l’autore delle rapine alle tabaccherie
0

A conclusione di indagini avviate a seguito delle due rapine avvenute in pieno centro a Viareggio, nel decorso mese di novembre, presso i due esercizi di tabaccheria “TABACCHI GIORDANO” e “LAROSA FELICETTA”, a distanza di pochi giorni l’una dall’altra, nella giornata di ieri personale di questo Commissariato di Polizia ha eseguito l’ordinanza applicativa della misura cautelare della custodia in carcere, emessa dal tribunale di Lucca, a carico di N.H., tunisino di 33 anni, già censurato da precedenti penali e di polizia soprattutto per reati contro il patrimonio.
Si ricorderà, infatti, dato il clamore delle vicende, che un ignoto rapinatore aveva violentemente aggredito e minacciato anche con un cacciavite le due donne titolari delle tabaccherie ed una volta immobilizzate, si era impadronito degli incassi per una somma complessiva di circa 1500,00 euro.
Attesa la stretta concomitanza dei due episodi delittuosi, che ha fatto subito ipotizzare un unico autore, l’attività inquirente si è immediatamente indirizzata a cristallizzare l’acquisizione delle denunce delle vittime e delle dichiarazioni testimoniali, da cui sono emerse le descrizioni del rapinatore ed altri dettagli utili, tra cui uno scooter utilizzato per darsi alla fuga.
Anche grazie ad alcuni fotogrammi estrapolati da una video camera di sorveglianza ubicata presso uno degli esercizi, gli investigatori sono riusciti ad identificare l’autore nella persona di N.H.
Sulla celerità delle indagini e sul suo tempestivo epilogo interveniva tuttavia un episodio casuale, ovvero un incidente stradale nel quale l’indagato rimaneva coinvolto, proprio a bordo dello scooter oggetto di ricerche; le condizioni di salute, non compatibili con il regime detentivo, impedivano quindi l’adozione di un immediato ed urgente provvedimento di fermo da parte di questo Ufficio.
Con il coordinamento della procura della Repubblica presso il Tribunale di Lucca, pertanto, il lavoro investigativo veniva compendiato in una richiesta di misura cautelare al vaglio del G.I.P. che riteneva sussistere i presupposti per la detenzione in carcere.
Non restava quindi che monitorare il progressivo miglioramento delle condizioni di salute dell’indagato, ricoverato presso l’ospedale di Pisa, in attesa che i medici certificassero la compatibilità con il regime carcerario.
Nella giornata di ieri quindi è stata data esecuzione alla citata misura cautelare ed il personale dell’ufficio ha provveduto a tradurre l’arrestato presso apposita struttura medica della casa Circondariale di Pisa.

LASCIA IL TUO COMMENTO

L'indirizzo e-mail non sarà pubblicato ma utilizzato, solo se lo desideri, per avvisarti della presenza di nuovi commenti. I campi indicati con * sono obbligatori.

Avvisami se qualcuno risponde alla discussione: 

Lo STAFF Viareggino.it si riserva la possibilità di cancellare commenti nei quali sia utilizzato un linguaggio offensivo o vi siano offese a persone e/o cose. Ci auguriamo che le discussioni siano affrontate con serenità ed intelligenza da parte di tutti. Viareggino.it non è in alcun modo responsabile dei commenti inseriti.

Ultime notizie pubblicate

Viareggino.it, il Portale internet che "vive" Viareggio e la Versilia
Scrivici: info@viareggino.it
Ufficio Stampa: stampa@viareggino.it
Telefono: 389-0205164
© 1999-2018 - Proprietà Viva Associazione Culturale | P.Iva 02361310465

Iscriviti a Viareggino

66972811

Torna su