Giù le mani dalla Casa delle Donne

Attualità 0
Giù le mani dalla Casa delle Donne
0

La notizia, appresa dalla Stampa, che l'immobile di Via Marco Polo, sede della Casa delle Donne di Viareggio, è stato inserito nell'elenco degli stabili da vendere da parte dell'Amministrazione Comunale, è qualcosa di incredibile e inaudito.
L'Amministrazione, in ragione del dissesto, deve decidere, se necessario, la vendita di beni immobili, di quelli però che non ritiene necessari per i servizi e le attività dell'Ente. Proprio per questo l'Amministrazione può esercitare il diritto di scelta e togliere dall'elenco l'immobile della Casa, riconoscendone la funzione essenziale.
Il Progetto della Casa, fondata oltre 20 anni fa, è stato assunto come Progetto Comunale, fin dalla prima Convenzione. Il Progetto ha qualificato la politica , quella alta e buona che serve alle persone, di tutte le Amministrazioni che si sono susseguite nel tempo.
Richiamo alle loro responsabilità tutti i soggetti politici che hanno sostenuto nelle varie Amministrazioni le preziose attività della Casa e che, grazie al lavoro volontario di tante donne, hanno visto crescere nel nostro territorio la considerazione di un' Istituzione , punto di riferimento insostituibile di promozione della libertà femminile, di sostegno a tutte le donne che cercano di uscire da gravi situazioni di rischio per la loro vita.
Non basta dire che la Casa può essere trasferita altrove : il luogo dove si trova è ormai simbolo riconoscibile da tutti, un immobile che da sempre ha destinazione pubblica.
Chiedo all'Amministrazione Comunale di operare una scelta coerente con la storia della città.
Non è pensabile che proprio un'Amministrazione di cui fanno parte persone che hanno sempre affermato i diritti delle donne, consigliere che hanno fatto parte del movimento delle donne, decida la vendita di questo immobile, che non è un immobile come altri concessi ad Associazioni, ma uno spazio comunale dove vive da anni un Progetto direttamente voluto e fatto proprio dal Comune.
Invito tutte le donne a far sentire la loro voce, a partecipare alle iniziative in difesa della Casa.
Invito tutte le forze politiche, sindacali , sociali e culturali, i singoli cittadini che hanno a cuore la libertà delle donne a sostenere con determinazione il mantenimento della destinazione pubblica dell'immobile alle attività della Casa delle donne.

Cristina Boncompagni

LASCIA IL TUO COMMENTO

L'indirizzo e-mail non sarà pubblicato ma utilizzato, solo se lo desideri, per avvisarti della presenza di nuovi commenti. I campi indicati con * sono obbligatori.

Avvisami se qualcuno risponde alla discussione: 

Lo STAFF Viareggino.it si riserva la possibilità di cancellare commenti nei quali sia utilizzato un linguaggio offensivo o vi siano offese a persone e/o cose. Ci auguriamo che le discussioni siano affrontate con serenità ed intelligenza da parte di tutti. Viareggino.it non è in alcun modo responsabile dei commenti inseriti.

Ultime notizie pubblicate

Viareggino.it, il Portale internet che "vive" Viareggio e la Versilia
Scrivici: info@viareggino.it
Ufficio Stampa: stampa@viareggino.it
Telefono: 389-0205164
© 1999-2018 - Proprietà Viva Associazione Culturale | P.Iva 02361310465

Iscriviti a Viareggino

64717005

Torna su