Manovra finanziaria, le conseguenze per Pietrasanta

Pietrasanta 1

"Il governo Berlusconi ha approvato in tutta fretta con un Decreto Legge la seconda manovra
finanziaria di quest'anno, la terza negli ultimi tredici mesi. Ogni volta sembrava che fosse l'ultima. Ogni
volta si sono chiesti sacrifici agli enti locali, al lavoro dipendente, ai pensionati, senza che ci sia mai un'idea di come stimolare la crescita e lo sviluppo.

Anche a Pietrasanta i tagli rischiano di entrare nella carne viva dei servizi erogati dal Comune (si
tratta di una cifra importante, che potrebbe superare i cinquecento mila euro): sarà necessario un confronto serrato tra amministrazione, gruppi consiliari, forze politiche, categorie economiche e sociali, per individuare tutti gli strumenti che consentano di mantenere invariata l’elevata qualità di servizi di cui oggi i cittadini usufruiscono.

Dovrà essere ulteriormente intensificata l’azione, che già fino ad oggi è stata condotta con importanti risultati, di recupero dell’evasione sia rispetto ai tributi dovuti al Comune (ICI, Tarsu…), sia riguardo ad altri aspetti, come ad esempio il rispetto delle norme urbanistiche.

Sarà necessario valutare con un’ottica diversa rispetto al passato, la possibilità di alienare beni che
oggi sono nella disponibilità dell’ente e che possono suscitare interesse sul mercato.
L’ultimo passaggio, in ordine di priorità, potrebbe essere quello di trovare nuove forme di entrata
attraverso tasse di scopo: dovremo su questo aspetto confrontarci con le categorie e con gli altri Comuni della Versilia, per valutare l’introduzione di una tassa di soggiorno.

Questi potrebbero essere gli strumenti che ci consentiranno di superare anche questo scoglio, senza
diminuire i servizi e consentire lo svolgimento di tutti i progetti che abbiamo oggi in campo per lo sviluppo
di Pietrasanta (cultura, opere pubbliche, investimenti), soprattutto senza dover ricorrere all’addizionale irpef o aumento della tarsu, che comporterebbero un incremento della pressione fiscale sui cittadini.
Siamo in una fase molto difficile in cui crisi e manovra vanno ad aggravare una complicata situazione preesistente (debiti fuori bilancio, crediti inesigibili lasciati dall’amministrazione di centrodestra)
in cui l’attuale amministrazione sta dando prova di saper ben governare: credo che nell’interesse della città ci sia da aspettarsi che le opposizioni innanzitutto prendano posizione contro questa manovra, come hanno fatto molti amministratori di centrodestra, e nelle prossime settimane vengano a confrontarsi nel merito di queste questioni, dando prova di essere adeguati al ruolo che i cittadini hanno loro affidato".


Unione Comunale Pietrasanta
Il segretario
Giuseppe Dello Sbarba

1 commento

  1. Luciano domenica 28 agosto 2011 alle 23:42:20

    I tartassati non solo solamente le categorie citate nella lettera, ma TUTTI gli italiani.
    In considerazione del fatto che entrano meno soldi, proporrei, come fanno tutte le aziende che si offrono sul libero mercato, di licenziare i dipendenti in tempi di vacche magre e riassumerli quando le entrate saranno sufficienti per pagare tutti gli stipendi ed i servizi erogati.
    Aumentare le tasse e le imposte lo sanno fare tutti, anche i bambini. Il vero amministratore si nota proprio nei momenti di crisi.
    Abbassate le imposte locali per attrarre nuove iniziative economiche sul territorio di Pietrasanta. Prenderete meno da ogni singola azienda, ma se saranno il doppio rispetto ad ora alla fine il conto tornerà sia dal punto di vista economico che , soprattutto dal quello lavorativo. Snellite la burocrazia per aprire un'attività economica. Istituite un ufficio che faccia da interfaccia con l'imprenditore. Nel senso che sia l'ufficio che si occupi di tutta la parte burocratica (come fanno d'altronde in Svizzera) e consegni la documentazione finale per l'apertura.
    Etc.., etc...

    Il resto sono toppe momentanee e non risolutive.

LASCIA IL TUO COMMENTO

L'indirizzo e-mail non sarà pubblicato ma utilizzato, solo se lo desideri, per avvisarti della presenza di nuovi commenti. I campi indicati con * sono obbligatori.

Avvisami se qualcuno risponde alla discussione: 

Lo STAFF Viareggino.it si riserva la possibilità di cancellare commenti nei quali sia utilizzato un linguaggio offensivo o vi siano offese a persone e/o cose. Ci auguriamo che le discussioni siano affrontate con serenità ed intelligenza da parte di tutti. Viareggino.it non è in alcun modo responsabile dei commenti inseriti.

Ultime notizie pubblicate

Viareggino.it, il Portale internet che "vive" Viareggio e la Versilia
Scrivici: info@viareggino.com
Ufficio Stampa: stampa@viareggino.com
Telefono: 389-0205164
© 1999-2024 - Proprietà Viva Associazione Culturale | P.Iva 02361310465

Iscriviti a Viareggino

106339214

Torna su