Eventi sulla Marina di Torre de Lago: "impossibile continuare con questi costi"

Torre del Lago 5

"Con questi costi - dichiara la presidente di Confesercenti Versilia Esmeralda Giampaoli - e' impossibile continuare sulla strada degli eventi. Ci dispiace dover abbandonare questo progetto in cui crediamo e su cui abbiamo investito tempo, incontri, mediazioni per lunghi mesi e risorse importanti per due weekend. Le imprese credono nelle grandi potenzialità di rilancio del settore dell'intrattenimento, ma non e' pensabile poterlo fare da soli, trovando nelle amministrazioni locali un fattore di costo che ne impedisce lo sviluppo"

"Ci siamo impegnati - prosegue Confesercenti - a prendere in carico prescrizioni e regole onerose, abbiamo nel corso delle due prime settimane perfezionato l'organizzazione per rispondere alle regole e alle prescrizioni poste dal Parco e dal Comune. Ci siamo fatti carico di costi straordinari per le prime due edizioni, attendendoci al contempo correzioni di rotta in corso d'opera sul piano dei costi nei confronti dell'Amministrazione. Ad oggi queste risposte non sono arrivate. Per questo gli operatori non possono far altro che interrompere questo percorso, perché e' impensabile mettere a repentaglio la sopravvivenza dei locali per rilanciare la Marina"

"E' una scelta sofferta, perché avevamo costruito un clima positivo, abbiamo registrato il sostegno di molte anime del tessuto economico e turistico, ma servono segnali più netti da parte dell'amministrazione. Noi possiamo sostenere i costi di musica, palchi, tecnici, sicurezza, promozione, ma che siano i costi nei confronti dell'amministrazione a frenare il progetto è paradossale. C'è ancora spazio per non far fallire tutto, ma serve un correttivo concreto. Un altro weekend a questi costi le imprese non possono permetterselo"

5 commenti

  1. Nèri mercoledì 31 luglio 2013 alle 22:09:54

    Vedi vedi, allora la movida è sostenibile solo esternalizzandone alcuni costi sull'ambiente (es. con impianti acustici non a norma) o sulla pubblica Ammnistrazione; è dunque un'attività al limite della sostenibilità economica? O forse qualcuno ha pretese eccessive di profitto?

  2. Giovane lunedì 22 luglio 2013 alle 10:53:30

    Dico solo questo, se il bigotto vuol capire capisca (o morirà di fame): l'anno scorso, con i locali chiusi, 40% di prenotazioni in meno in hotel, alberghi, camping e ristoranti.
    Ma lo capiranno mai? Dopo tutto questa è la città che ha telefonato per lamentarsi della musica troppo forte al Carnevale.

  3. basta_sanguisughe giovedì 18 luglio 2013 alle 00:01:22

    questi vonno i sordiiiiiiiii

  4. angelo mercoledì 17 luglio 2013 alle 18:29:20

    ...........Volete vedere che, all'ultimo momento, la soluzione salta fuori?

    L'unica incognita sono le decisioni delle parti, se restare sulle proprie posizioni o trovare una via d'uscita.-

    Una cosa è comunque certa che la prestazione, per legge, deve essere retribuita e con i bilanci ridotti all'osso lo spazio di manovra è molto poco.-

    Angelo

  5. verità mercoledì 17 luglio 2013 alle 10:03:10

    cari confesercenti, rilanciare la marina nella stessa maniera in cui è affondata è un caso psichiatrico o no?

LASCIA IL TUO COMMENTO

L'indirizzo e-mail non sarà pubblicato ma utilizzato, solo se lo desideri, per avvisarti della presenza di nuovi commenti. I campi indicati con * sono obbligatori.

Avvisami se qualcuno risponde alla discussione: 

Lo STAFF Viareggino.it si riserva la possibilità di cancellare commenti nei quali sia utilizzato un linguaggio offensivo o vi siano offese a persone e/o cose. Ci auguriamo che le discussioni siano affrontate con serenità ed intelligenza da parte di tutti. Viareggino.it non è in alcun modo responsabile dei commenti inseriti.

Ultime notizie pubblicate

Viareggino.it, il Portale internet che "vive" Viareggio e la Versilia
Scrivici: info@viareggino.com
Ufficio Stampa: stampa@viareggino.com
Telefono: 389-0205164
© 1999-2024 - Proprietà Viva Associazione Culturale | P.Iva 02361310465

Iscriviti a Viareggino

106663262

Torna su