Esperia Viareggio :

Sport 0
Esperia Viareggio :
0

CAMPIONI D'ITALIA

ESPERIA VIAREGGIO 2 - REAL IPPOGRIFO 0


Trionfo bianconero, quello del Viareggio, non il solito juventino.

I colori però non sono sbiaditi, sono quelli di una squadra fortissima che si è resa protagonista di una cavalcata inarrestabile sia nel campionato di Eccellenza toscana sia in Coppa Italia Dilettanti.

Il suggello ottenuto a Roma, allo stadio Flaminio, sul Real Ippogrifo è la classica ciliegina sulla torta che riporta con merito la cittadina versiliana nel gotha del calcio. Sono passati tre anni di sofferenza, di vero e proprio inferno sportivo, prima di poter gioire in un solo anno per il salto in Serie D, per una coppa regionale e per il massimo trofeo nazionale dilettantistico per le squadre di Eccellenza e Promozione.

La gara, per i versiliani, è da ricordare perchè si mette subito sul binario giusto, complice il talento e l’incisività di giocatori del calibro di Fruzza, Francescani e Cazzarotto.

La prima occasione al 3’ porta proprio la firma viareggina grazie ad un’incursione di Francesconi sulla sinistra che costringe Bianco alla respinta di pugno in tuffo per allontanare un cross insidioso. Dopo un minuto ci provano ancora i bianconeri con un tiro dal limite dell’area di Santini che lambisce il palo alla sinistra del portiere campano. Tra il decimo e il sedicesimo l’Esperia cinge d’assedio l’area di rigore dell’Ippogrifo: al 10’ reclama l’espulsione per un dubbio intervento di Pascale su Santini lanciato a rete; dopo poco è sempre il centravanti toscano a deviare di testa un traversone dalla destra sfiorando il palo. Al 18’ il gol del vantaggio è maturo: lancio illuminante di Fruzza dalla destra a tagliare il campo verso l’accorrente Francesconi, spina nel fianco della retroguardia avversaria, che controlla al volo in area e poi lascia partire un destro imprendibile per l’incolpevole Bianco.
La gioia dei tifosi toscani è incontenibile, la squadra gioca al meglio anche se sull’euforia della marcatura la furia agonistica dei primi minuti scema col passare del tempo. A questo punto il Real Ippogrifo si fa vedere in avanti con un colpo di testa a centro area ed una punizione alta sulla traversa di Incitti, ma il pallino del gioco rimane comunque nella salde mani bianconere, in particolare nei piedi magici di Cazzarotto e Francescani che ispirano quasi tutte le giocate. Prima della fine di tempo, al 42’, arriva dunque il raddoppio bianconero con un’azione praticamente uguale a quella del primo gol: Fruzza da metà campo incrocia con un lancio di trenta metri e mette sui piedi di Francesconi un'altra palla che il numero undici trasforma in oro.
Ad inizio ripresa la musica non cambia, sempre sulla destra difensiva dell’Ippogrifo arrivano i pericoli maggiori per Bianco. Al 1’ infatti si oppone in tuffo ad una conclusione della sinistra di Barsotti che qualche minuto più tardi s’incarica di calciare una punizione dai 20 metri impensierendo ancora il portiere sarnese, stavolta costretto a bloccare in due tempi. La reazione dei salernitani si concretizza solo in un tiro da fuori area del neo entrato Di Falco che si perde a lato. Al 16’ si guadagna gli onori della cronaca il portiere del Real Ippogrifo grazie ad un intervento felino in controtempo che toglie sulla linea di porta la palla del 3-0 a Santini. Un minuto dopo è sempre Bianco a strappare applausi per una parata non facile su un tiro da lontano di Andreotti. I campani si destano al 21’ grazie ad Adiletta che controlla il pallone a centro area, lo protegge e scarica in porta sfiorando il palo più lontano. Ancora lui qualche secondo dopo manca il controllo nell’area piccola sugli sviluppi di un calcio di punizione battuto dalla tra quarti. Uno degli ultimi fuochi lo accende Martone per il Real Ippogrifo, sicuramente il migliore dei suoi, che in contropiede non ci pensa due volte a calciare direttamente in porta dagli undici metri ma la palla si perde di poco a lato. Ormai non c’è più nulla da fare, è tempo di premiazioni e di lacrime. L’eroe della giornata, bomber Francesconi, non contiene la gioia: “La mia è una doppietta da palcoscenico, visto che in Eccellenza una cornice così non si trova spesso. Per la nostra categoria abbiamo raggiunto il massimo cui potevano ambire, abbiamo vinto tutto e ancora non ci credo”.


ESPERIA VIAREGGIO 2
REAL IPPOGRIFO 0

Esperia Viareggio (4-4-2): Franchi; Pelliccia, Marcuccetti, Bonini, Barsotti,; Fersini, Andreotti (25’ st Capitani), Fruzza, Francesconi (40 st Luzzoli); Cazzarotto, Santini (25’ st Pellacani). A disp.: Reina, Lemmetti, Morgè, Andreanelli. All.: Caramelli.
Real Ippogrifo (4-4-2): Bianco; D’Amico, Pascale (1’ st Adiletta), Balestrin, Pallonetto (10’ st Villacalo); Lanzetta, Zupolo, Guadagno (1’ st Di Falco), Incitti; Martone, Stellato. A disp.: Fiopillo, Squittirei, Montuori, Cesaro. All.: Squillante.
Arbitro: Valetntini di Città di Castello.
Assistenti: Libertino e Quadrano di Ostia.
Marcatori: 16’ e 42’ pt Francesconi.
Note: Ammoniti: Bonini, Di Falco. Calcio d’angolo: 2-4. Recupero: 2’ pt, 2’ st.

Ultime notizie pubblicate

Viareggino.it, il Portale internet che "vive" Viareggio e la Versilia
Scrivici: info@viareggino.com
Ufficio Stampa: stampa@viareggino.com
Telefono: 389-0205164
© 1999-2022 - Proprietà Viva Associazione Culturale | P.Iva 02361310465

Iscriviti a Viareggino

95149301

Torna su