HOCKEYFORTE: Battuto anche Bassano

Hockey 0
HOCKEYFORTE: Battuto anche Bassano
0

UNA BELLA PARTITA E UN FORTE STUPENDO, BASSANO BATTUTO 4-2

Due fulmini dell'ex Videla mettono subito sotto gli ospiti, poi Zen li riporta in scia, ma la supremazia del Forte non sembra in discussione, anche se, soprattutto nella ripresa, i rossoblu incrementano ma sprecano anche troppo, mancando il colpo del kappao.

Tuttavia è stata una partita spettacolare, sempre dai ritmi altissimi, giocata fino all'ultimo secondo, anche se, ormai da metà ripresa, si era capito che l'Alimac avrebbe conquistato i tre punti, col Forte sul parziale di 4-1 ed un Bassano che, nonostante i tentativi, non riusciva a ridurre il gap, peccato che anche i rossoblu non siano stati altrettanto precisi, sbagliando conclusioni clamorose, che se entrate avrebbero reso il risultato più pesante per gli ospiti, ma anche più veritiero per quanto visto in pista, ben più del 4-2 finale, con la rete ospite arrivata a pochi secondi dal fischio di chiusura, su punizione di prima per raggiunta quota falli, punizione prima parata da Stagi, trafitto però sulla ribattuta.

Quello che è piaciuto dei rossoblu è stata la grinta e la determinazione, segno che anche in caso di necessità la squadra sa darsi la scossa, e del resto la situazione poteva anche essere tale, con Crudeli fuori dai giochi causa squalifica, out non solo come giocatore ma anche da allenatore e costretto a seguire da lontano la sua squadra, Crudeli ha poi scelto di sistemarsi proprio sotto la grande foto di Flavio Pippo Berti, il tifoso scomparso per un tumore la settimana scorsa e ricordato in questa gara con un mazzo di fiori sul suo posto in tribuna e un minuto di silenzio ad inizio partita (insieme a quello osservato su tutte le piste per le vittime dell'alluvione di Messina).

Con questi tre punti la formazione versiliese si mantiene in scia rispetto alle grandi, in teoria davanti a Breganze e Valdagno, che come il Forte hanno una gara in meno, e martedì saranno in pista l'una contro l'altra mentre i rossoblu faranno visita al Lodi, capolista insieme al Viareggio, ma logicamente, con una gara da recuperare.

Contro il Bassano il Forte parte davvero bene, grazie soprattutto a Videla, ex della blasonata squadra veneta, che parte subito in quarta e con due fulmini polverizza la difesa ospite. Il primo gol dopo tre minuti, con un tiro dalla distanza, centralissimo, su cui Cunegatti può fare ben poco. Il secondo poco più di un minuto dopo, con l'argentino che parte dalla sua metà pista e senza problemi si insinua in area e, a tu per tu con Cunegatti, alza la sfera giusto sopra il portiere per il parziale di 2-0.

Gli ospiti si rimettono subito in scia con Zen, l'allenatore del Bassano chiede time out per cercare di spezzare il gioco rossoblu, alla ripresa fa anche meglio, con Zen che arriva ai limiti dell'area e trafigge Stagi, probabilmente ancora distratto dall'avvenuta interruzione.
Con tre gol nei primi cinque minuti ti aspetti una gara molto combattuta ma anche zeppa di reti, invece, nonostante il ritmo altissimo ed i frequenti capovolgimenti di fronte, il parziale di 2-1 durerà fino all'intervallo, con molte azioni pericolose da parte dell'Alimac, che però non vanno a buon fine. Nella ripresa il Forte, che ha giocato sempre con il solito quintetto, sembra avere ancora le forze al massimo e lo dimostra puntando un paio di volte la porta avversaria fino ad arrivare al gol, con Cancela, che allo scader del 30° minuto, gira dietro la porta di Cunegatti e poi lo infila da sinistra, con lo stesso portiere rimasto completamente a destra, gol che vale il parziale di 3-1.

Ma l'Alimac incrementa ancora, approfitta di un momento non proprio lucido dei suoi avversari e su un contropiede è anche fortunata, con cunegatti che interviene sul tiro di Gimenez, la palla che si alza e passa sopra lo stesso portiere infilandosi in rete, rete contestata del Bassano per presunta palla alta, ma essendo stata alzata dallo stesso portiere non c'è fallo ma bensi la rete del 4-1.

Il vantaggio è buono ma il Forte dovrebbe cercare un'altra rete, quella del kappao, ma nonostante i ripetuti tentativi, e causa forse troppi errori banali, come il voler cedere ad un compagno la battuta finale, la quinta rete non arriva, per fortuna i minuti scorrono, e il Bassano non sembra costruire più di tanto, crescono però i falli, in maniera quasi simultanea le due squadre arrivano a quota nove, poi per quasi cinque minuti non ne vengono più fischiati, ma del resto la gara è stata correttissima, sia in pista, dove non si sono registrate espulsioni, sia in tribuna, dove erano presenti tifosi di entrambe le squadre, con molti cori e sfottò ma nessun episodio od intemperanza da dover sottilineare.

Tuttavia, all'ultimo minuto, il Bassano vede premiato il suo estremo tentativo di forcing con il decimo fallo di squadra del Forte, Ambrosio va sul dischetto e la sua prima battuta è respinta da Stagi che purtroppo non riesce ad intervenire di nuovo sulla ribattuta, con l'argentino che mette in rete da posizione angolatissima. E' il gol del 4-2 e tale rimarrà, con poco più di 40 secondi da giocare il Forte può e deve amministrare il vantaggio, e ci riesce, anche se la parata di Stagi sul tiro di Peripolli, arrivata praticamente sul fischio finale, lascia un ultimo brivido prima della gioia, per la conquista di tre punti pesantissimi, che rilanciano le ambizioni di questa squadra alla vigilia di un'altra gara importante, la trasferta a Lodi di martedì prossimo, contro la capolista del campionato.

MARTEDI' A LODI PER IL RECUPERO DELLA 5 GIORNATA

Prova da brividi per l'Alimac che va a far visita alla capolista, l'Amatori Lodi che Pino Marzella ha trasformato e che i rossoblu hanno già affrontato in Coppa Italia, vinta proprio dai lombardi. Ancora fuori Crudeli, forse ci sarà Bellè, che però si è infortunato.

Ad un mese e mezzo dal secondo turno di Coppa Italia, giocato proprio a Lodi, i rossoblu incontreranno di nuovo sulla loro pista la formazione lombarda che, sotto la guida di Pino Marzella, sembra aver acquisito quella sicurezza e quella grinta che già l'hanno portata a conquistare la Coppa Italia, titolo che vale comunque l'ingresso in Champions, e ad occupare al momento il primo posto in classifica di campionato, a pari punti del CGC Viareggio ma con una gara da recuperare. Ed è questa gara che la vedrà opposta all'Alimac, con i rossobu consapevoli della differenza tecnica di questa formazione, forte anche di un pubblico numeroso e trascinatore, che si presenterà al meglio della rosa, mentre mister Crudeli dovrà ancora giocare in situazione d'emergenza causa proprio la sua seconda giornata di squalifica (la stessa che è stata ridotta ad Amato, giocatore del Prato, dopo che la società laniera ha presentato ricorso alla CAF, cosa invece non fatta dalla società di via Ferrucci, sia per il poco tempo a disposizione per preparare le carte, l'annuncio del ricorso andava fatto entro venerdì 18 alle ore 12 e successivamente integrato con tutta la documentazione, il lunedì successivo, periodo in cui tutto lo staff dirigenziale era in Svizzera, per la prima gara di Coppa Cers). Tuttavia la squadra versiliese ha dimostrato che anche senza Crudeli, ma con un assetto che vede in difesa oltre a Stagi in porta, Gimenez e Cancela, con Videla e Bellè in attacco, può comunque giocarsela alla pari, così come ha dimostrato contro il Bassano. Unico neo l'attesa conferma che Bellè, di solito assente nelle trasferte, sarà ugualmente a disposione, salvo poi che oltre agli impegni di lavoro riesca a riprendersi dall'infortunio al naso occorsogli nel corso della gara coltro il Bassano, quando, intorno al 35° di gioco, una sfera gli è rimbalzata in pieno volto colpendolo tra naso ed occhio, e provocando una contusione non estesa ma fastidiosa, con un notevole ingrossamento che ne pregiudica in parte la giusta visibilità. si spera che per martedì, sia gli impegni di lavoro che la situazione fisica, siano tali da non impedirne l'utilizzo.
Nel qual caso fosse presente, è chiaro che la gara potrebbe assumere ben altre caratteristiche, facendo in modo che la squadra rossoblu possa scendere in pista per dire concretamente la sua e puntare possibilimente a sovvertire il pronostico, cosa difficile ma non impossibile.



LASCIA IL TUO COMMENTO

L'indirizzo e-mail non sarà pubblicato ma utilizzato, solo se lo desideri, per avvisarti della presenza di nuovi commenti. I campi indicati con * sono obbligatori.

Avvisami se qualcuno risponde alla discussione: 

Lo STAFF Viareggino.it si riserva la possibilità di cancellare commenti nei quali sia utilizzato un linguaggio offensivo o vi siano offese a persone e/o cose. Ci auguriamo che le discussioni siano affrontate con serenità ed intelligenza da parte di tutti. Viareggino.it non è in alcun modo responsabile dei commenti inseriti.

Ultime notizie pubblicate

Viareggino.it, il Portale internet che "vive" Viareggio e la Versilia
Scrivici: info@viareggino.com
Ufficio Stampa: stampa@viareggino.com
Telefono: 389-0205164
© 1999-2021 - Proprietà Viva Associazione Culturale | P.Iva 02361310465

Iscriviti a Viareggino

86826435

Torna su