Sant'Anna di Stazzema- 25 Aprile 2016- inaugurazione della lapide e cerimonia

Stazzema 0

25 Aprile 2016
71° Anniversario della Liberazione
A Sant’Anna di Stazzema sarà inaugurata la lapide al Sacrario
in ricordo delle vittime alla presenza del Vice Ministro Riccardo
Nencini

La lapide è stata donata dall’ Associazione Nazionale Funzionari di
Polizia

Celebrazione unitaria del 25 aprile dei comuni della Versilia

SANT’ANNA DI STAZZEMA- La tempesta di vento del 5 marzo 2015 causò molti
danni in Versilia, abbattendo migliaia di piante, danneggiando
abitazioni,
auto, strade. Per giorni centinaia di famiglie restarono senza
elettricità e
linee telefoniche e le ferite, in alcune parti del territorio, sono
ancora
evidenti. C’è un’immagine di quel giorno che ha colpito nel profondo,
suscitando emozione e sgomento: quella di Enrico Pieri che osserva la
lapide
al Monumento Ossario, sulla quale erano scritti i nomi delle vittime
della
strage di Sanr’Anna, schiantata al suolo dalla furia del vento e
sgretolata
in mille pezzi. La lapide ha resistito per decine e decine di anni alle
intemperie, in cima al Colle di Cava, e ha ripetuto i nomi delle vittime
della strage a tutti coloro che, negli anni, si sono arrampicati lungo
la
Via Crucis fino al Monumento Ossario per rendere omaggio ai Martiri di
Sant’Anna. La misura della strage, di fronte alla lapide, era evidente e
il
solo colpo d’occhio risultava essere un colpo al cuore. La lapide è
stata
ricostruita e dal 25 aprile tornerà sul Colle di Cava, dietro il
Monumento
Ossario: entrambi sentinelle della memoria. La collocazione della grande
piastra sulla quale sono incisi oltre 400 nominativi delle vittime
(l’elenco
completo dei 560 martiri non esiste perché molte furono le vittime non
identificate) avverrà domani, giovedì 21 aprile, con un trasporto epico:
volerà con un elicottero dell’Esercito dall’aeroporto di Massa fino a
Sant’Anna di Stazzema, sorvolando tutta la Versilia. Durante le
operazioni,
la zona del Monumento Ossario resterà chiusa per motivi di sicurezza. La
lapide è stata offerta dall’Associazione Nazionale Funzionari di Polizia
e
si è potuto procedere alla ricollocazione con il contributo di tanti
cittadini e istituzioni che hanno raccolto fondi per la rinascita del
Parco
Nazionale della pace di Sant’Anna di Stazzema. Il blocco è stato offerto
da
una ditta locale. “Il 5 marzo 2015 la furia del vento distrusse la
lapide
con incisi i nomi delle centinaia di vittime della strage nazifascista
perpetrata il 12 agosto 1944 a Sant’Anna di Stazzema”-ricorda la
Segretaria
dell’Associazione Nazionale Funzionari di Polizia, Lorena La Spina. “Non
fu
neppure una rappresaglia, ma un vero e proprio atto terroristico,
premeditato e realizzato con una violenza perversa ed inaccettabile, ai
danni della popolazione civile, inerme ed indifesa, tra cui moltissimi
bambini. In occasione del prossimo 25 aprile, 71^ anniversario della
liberazione, la nuova lapide, che l'Associazione Nazionale dei
Funzionari
della Polizia di Stato ha donato al Comune, sarà finalmente inaugurata.
Abbiamo voluto ripristinare un simbolo fondamentale della storia del
nostro
Paese e del lungo e doloroso cammino che lo ha portato a conquistare la
democrazia ed i diritti di libertà sanciti dalla Costituzione. Si tratta
di
un importante traguardo, che si colloca nel segno della continuità tra i
valori della lotta al nazifascismo e l’affermazione di una sicurezza
intrinsecamente civile, democratica e partecipata, cui quotidianamente
si
ispirano l’azione e l'impegno della Polizia di Stato a tutela del vivere
civile e dell’intera collettività”. L’inaugurazione della lapide avverrà
lunedì 25 aprile alle ore 15:15, alla presenza del Sindaco di Stazzema,
Maurizio Verona, del Vice Ministro Riccardo Nencini, della Segretaria
dell’Associazione Nazionale Funzionari di Polizia, Lorena La Spina,
insieme
ai rappresentanti della Regione Toscana e al Presidente
dell’Associazione
Martiri di Sant’Anna, Enrico Pieri, dell'ANPI e delle amministrazioni
comunali della Versilia. La lapide sarà benedetta da Don Danilo
D’Angiolo, delegato dal Vescovo.
"Con il riposizionamento della lapide in memoria dei martiri di
Sant'Anna presso il monumento ossario, luogo simbolo del Parco nazionale
della pace, andiamo a rimarginare una ferita che si era aperta il 5
marzo del 2015"- dice il Sindaco di Stazzema, Maurizio Verona- "quando
il forte vento aveva distrutto uno dei simboli di Sant'Anna di Stazzema
uno di quei simboli che contribuisce a mantenere viva la memoria della
strage e di tutti coloro che sono stati uccisi dalla barbarie
nazifascista. Quei nomi, centinaia di nomi, scolpiti e di incisi nella
pietra riportano a tutti noi la memoria del 12 agosto 1944 rinnovando
ogni volta che li leggiamo l'impegno a lavorare ed operare per
diffondere il loro ricordo e i valori di pace di Sant'Anna di Stazzema.
È stata grande la sensibilità di istituzioni associazioni e cittadini
che hanno dato il loro contributo per la ricostruzione della lapide.
Dopo il 5 marzo 2015"- prosegue Verona-"abbiamo ricevuto tantissime
attestazioni di vicinanza dopo lo sgomento per aver visto la lapide
distrutta, dimostrando grande attaccamento verso i valori di Sant'Anna
di Stazzema e un alto senso civico. Ringrazio l'associazione nazionale
funzionari di polizia, tutte le ANPI, i cittadini, il sindacato di
pensionati Spi-Cgil, le amministrazioni comunali, i professionisti che
hanno prestato la loro opera e le ditte che hanno fornito il materiale:
tutti insieme hanno contribuito alla realizzazione della lapide che
ricorda i martiri di Sant'Anna di Stazzema".

Programma
Il 25 Aprile a Sant'Anna di Stazzema si svolgerà la celebrazione
unitaria dei comuni della Versilia per il 71º anniversario della
liberazione. Il programma e' stato condiviso dall'amministrazione
comunale di Stazzema con la sezione dell'ANPI, l'associazione Martiri di
Sant'Anna e le amministrazioni comunali della Versilia.
È previsto il ritrovo delle delegazioni, della
popolazione e delle autorità alle ore 15:00 davanti alla chiesa di
Sant’Anna
in piazza Don Innocenzo Lazzeri. Alle ore 15:15, il ritrovo sul Colle di
Cava dopo l’ascesa lungo la Via Crucis, per inaugurare la nuova lapide
in
memoria di Martiri di Sant’Anna. Seguiranno i saluti delle autorità con
l’orazione ufficiale per il 25 aprile del Vice Ministro Riccardo
Nencini.
Alle ore 17:00, presso il Museo Storico della Resistenza, sarà
presentato il
libro di Federico Binaglia “Un angelo tra le belve”.

LASCIA IL TUO COMMENTO

L'indirizzo e-mail non sarà pubblicato ma utilizzato, solo se lo desideri, per avvisarti della presenza di nuovi commenti. I campi indicati con * sono obbligatori.

Avvisami se qualcuno risponde alla discussione: 

Lo STAFF Viareggino.it si riserva la possibilità di cancellare commenti nei quali sia utilizzato un linguaggio offensivo o vi siano offese a persone e/o cose. Ci auguriamo che le discussioni siano affrontate con serenità ed intelligenza da parte di tutti. Viareggino.it non è in alcun modo responsabile dei commenti inseriti.

Ultime notizie pubblicate

Viareggino.it, il Portale internet che "vive" Viareggio e la Versilia
Scrivici: info@viareggino.com
Ufficio Stampa: stampa@viareggino.com
Telefono: 389-0205164
© 1999-2024 - Proprietà Viva Associazione Culturale | P.Iva 02361310465

Iscriviti a Viareggino

105811230

Torna su