Cloud, l’ultima frontiera dei videogame online

Attualità 0
Cloud, l’ultima frontiera dei videogame online
0

Grazie alle continue innovazioni in campo di tecnologia, anche il settore del gaming si è evoluto in questi anni. Anzi, si potrebbe dire che i videogiochi hanno fatto dei veri e propri passi da gigante. Fino a qualche anno fa era necessario dover acquistare console e relative cartucce per giocare, mentre oggi i titoli possono essere scaricati online in formato digitale e consentono il multiplayer attraverso la rete stessa. Per andare ancora oltre, l’unica soluzione sarebbe stata quella di far sì che persino i giochi stessi non fossero effettivamente nella nostra disponibilità, perlomeno a livello materiale. Il futuro del gaming si traduce infatti nel cloud, vale a dire un servizio di trasmissione in streaming dei giochi, ma interattivo.
In sostanza, non c’è bisogno di alcun hardware. I giochi vengono proiettati esattamente come se stessimo vedendo un video live sui social o su Youtube; l’unica differenza è che è possibile interagire con il software impartendogli i comandi a distanza, senza il rischio di ritardi legati alla connessione, che deve essere però a banda larga veloce. Si tratta di un’idea assolutamente rivoluzionaria, alla quale magari molti videogiocatori avranno anche pensato negli anni, ritenendo però che fosse irrealizzabile. L’elaborazione del gioco non avviene su una console o su un dispositivo di proprietà dell’utente, ma su un server esterno, motivo per il quale il più grande vantaggio risiede nella possibilità di giocare a titoli sofisticati anche tramite dei computer che magari non rispetterebbero i requisiti tecnici per sostenerli. L’unico compito che sarà svolto dal dispositivo del giocatore sarà appunto quello di far arrivare a quest’ultimo le immagini del gioco. Se un titolo non era originariamente disponibile su un determinato sistema operativo, in questo modo potrà essere comunque giocato su qualsiasi sistema.
I servizi di cloud gaming si basano su abbonamenti mensili. Di fatto, si affittano server che possono variare per potenza e capacità. L’industria videoludica ha superato da anni persino il fatturato di quella cinematografica ed è una delle più redditizie in assoluto, arrivando a fruttare 150 miliardi di dollari all’anno. Non c’è da stupirsi, dunque, se i maggiori sforzi dello sviluppo tecnologico vengono riversati proprio nel settore dell’intrattenimento, che ha attecchito soprattutto in Asia. Si conta che tra Cina e Giappone è presente la metà degli appassionati di gaming di tutto il mondo.
Tramite i cloud i giocatori devono accedere semplicemente ad apposite piattaforme, senza preoccuparsi delle varie componenti hardware, se non del gamepad. Non si tratta di un progetto in fase sperimentale, ma di una novità che sta già ottenendo un grande successo in diversi Paesi. Solitamente, il cruccio dei giocatori era quello di dover aggiornare la scheda grafica del proprio pc o sostituire una console per rimanere al passo coi tempi. Anche le macchine meno recenti, adesso, potranno continuare a rivelarsi utili e permettere di usufruire delle diavolerie tecnologiche più moderne.
Come prevedibile, anche in questo settore è nata in breve tempo una concorrenza serrata tra aziende specializzate e software house. Sembra che questo tipo di tecnologia in futuro possa essere sfruttata anche da una piattaforma di casinò live online. In teoria, infatti, qualunque videogioco, a prescindere dal genere o dalla potenza di calcolo richiesta, può essere servito tramite cloud.

Ultime notizie pubblicate

Viareggino.it, il Portale internet che "vive" Viareggio e la Versilia
Scrivici: info@viareggino.com
Ufficio Stampa: stampa@viareggino.com
Telefono: 389-0205164
© 1999-2021 - Proprietà Viva Associazione Culturale | P.Iva 02361310465

Iscriviti a Viareggino

87591623

Torna su