Le Opere allegoriche di prima categoria del Carnevale di Viareggio 2021

Carnevale 0
Le Opere allegoriche di prima categoria del Carnevale di Viareggio 2021
0

Gli artisti del Carnevale di Viareggio, attraverso il linguaggio della satira e dell'allegoria, hanno sempre anticipato il futuro, mettendo alla berlina pregi e difetti, vizi e virtù della nostra società.

Per l'edizione 2021, invece, il racconto si focalizza sulla contemporaneità, riletta però con uno sguardo positivo, di speranza. Uno sprone a rimettere ordine nel mondo per prepararci verso il prossimo futuro. Un invito a non far finta di niente, ma a cogliere l'insegnamento del momento storico attuale per non ricadere negli stessi errori. E così anche per la prossima edizione l'artigiano della cartapesta si fa artista, e attraverso la creatività, racconta il qui e ora nella grande temporary exhibit che è il Corso Mascherato di Viareggio. Per il Carnevale Universale gli artisti hanno scelto di affrontare temi profondi e di citare grandi personaggi della storia, della letteratura e dell'arte. Non mancano neppure debutti pop come quello di Chiara Ferragni, l'influencer del momento, a cui è dedicata una maschera isolata.

Tra i carri di prima categoria
Jacopo Allegrucci racconta la speranza della comunità afroamerica di vedere realizzato il proprio sogno americano, infranto, però, dai gravi episodi di questi mesi.
La minaccia che colpisce i popoli indigeni del Brasile è invece il tema scelto da Alessandro Avanzini, mentre Luca Bertozzi ci accompagna nel mondo sottomarino come allegoria di quello che c'è „sotto sotto“.
Sceglie il linguaggio senza tempo della mitologia Luigi Bonetti per non farci dimenticare la lotta per la sopravvivenza che affronta la Terra.

Per Nelson Mandela il mondo resta un posto meraviglioso, nonostante abbia passato 27 anni in una cella, per altri bastano pochi mesi di privazioni per odiare l'umanità, sostengono Umberto, Stefano, Michele Cinquini e Silvia Cirri nella loro costruzione.

Affronta il tema della pandemia Fabrizio Galli, rappresentando sia la diffusione del covid-19 sia la difficile battaglia che il mondo scientifico e sanitario sta combattendo contro il virus. Charlie Chaplin è il protagonista del carro allegorico di Lebigre e Roger. Il suo saper raccontare le ingiustizie sociali con ironia e umanità fa da contraltare al mondo dei plutocrati che si ingozzano delle ultime risorse economiche e naturali della Terra.
E' convinto che da un mondo triste e grigio si possa tornare a rivedere splendidi colori Luciano Tomei, mentre Roberto Vannucci racconta il suo inno alla vita omaggiando il grande talento musicale Ezio Bosso.


CARRI DI PRIMA CATEGORIA

C’era una volta in America di Jacopo Allegrucci

“Abbiamo imparato a volare come gli uccelli, a nuotare come i pesci, ma non abbiamo imparato l’arte di vivere come fratelli”. Questo diceva Martin Luther King il secolo scorso. Ma nell’America di oggi ben poco è cambiato. E la brutalità dei gravi episodi del 2020 testimoniano che per la comunità afroamericana il sogno americano ancora non si è realizzato. Carro di 1° categoria

Amazzonia di Alessandro Avanzini
I popoli indigeni del Brasile, depositari della conoscenza della Terra, minacciati fin dai tempi della Conquista dagli interessi finanziari, continuano a resistere. A luglio 2020 si sono verificati 6.803 roghi (Fonte: IlSole24ore), nel luogo più ricco di biodiversità, incessantemente attaccato in nome dello “sviluppo economico”.
Le parole di Chico Mendes erano profetiche: “all'inizio pensai che stavo combattendo per salvare gli alberi della gomma, poi ho pensato che stavo combattendo per salvare la foresta pluviale dell'Amazzonia. Ora capisco che sto lottando per l’umanità.” Ascoltiamo i popoli della foresta che ci stanno dicendo: “ixé aiku iké”, io sono qui!

Sotto sotto di Luca Bertozzi
Quante volte ci siamo domandati: ma sotto sotto che ci sarà? E siamo stati catturati da teorie e diffidenze. Il costruttore, usando il mare come metafora della vita, ci fa vedere quello che c’è realmente sotto sotto. In mezzo alla comunità di tartarughe in viaggio scorgiamo che una si allontana dal gruppo, spinta da curiosità e scetticismo, ma si trova davanti solo brutte sorprese.

Artemide: la natura si ribella di Luigi Bonetti
L’eterna lotta tra il bene e il male, tra la morte e la vita, va avanti dalla notte dei tempi. E con il linguaggio della narrazione mitologica il costruttore mette in scena la battaglia per la sopravvivenza che Demetra, dea della Terra, ha ingaggiato contro il demone della morte. A combattere è Artemide, che con forza e rabbia si scaglia contro il nemico da abbattere.

Wonderful World di Umberto, Stefano, Michele Cinquini e Silvia Cirri
Ha sacrificato 27 anni della sua vita rinchiuso in una piccola cella, coltivando la speranza di dimostrare all’umanità che il mondo in realtà è un posto meraviglioso. Il messaggio che ci ha lasciato Nelson Mandela, protagonista della costruzione, è oggi più forte che mai. E, osservano i costruttori, ce ne rendiamo conto solo ora, dopo essere rimasti chiusi in casa nei mesi del lockdown.

Esci da questo corpo!! di Fabrizio Galli
La pandemia che ha sconvolto il nostro tempo; la
lotta del mondo scientifico contro il virus; l’impegno
di medici e infermieri per bloccarne la diffusione. Immagini indelebili che raccontano la battaglia contro il coronavirus, così piccolo, ma così potente da replicarsi a dismisura per formare una bestia inarrestabile. La costruzione vuole far riflettere su quanto succede ed esprimere la più profonda riconoscenza verso tutti gli operatori sanitari, eroi del nostro tempo, impegnati nel liberarci da questo incubo infernale. Carro di 1° categoria

Democrisia di Lebigre e Roger
Mentre un branco di sparuti plutocrati panciuti si gongola ingozzandosi delle ultime risorse economiche e naturali della Terra, miliardi di persone vivono in bilico tra precarietà e povertà. A narrare questa ingiustizia sociale è Charlie Chaplin che, con la sua visionaria ironia e grande umanità, ha saputo raffigurare nei suoi film con grande poesia la dignità di chi non baratta con niente la propria integrità.

Si può fare di Luciano Tomei
Una pennellata di colore, buonumore e positività
su un mondo grigio e triste. E’ ciò che ci invita a fare l’immaginario pittore al centro della costruzione, ricordandoci che “si può fare”, come recita il titolo di una famosa canzone di Angelo Branduardi. Perché alla fine il Carnevale è anche questo: far rigenerare la vita dopo la morte.

Vita di Roberto Vannucci
Un inno alla vita. Un inno ai sentimenti, alle sensazioni, ai desideri e alle speranze che la scandiscono, fin dalla nascita. Un inno a ciò che abbiamo di più caro e unico. Perché la vita va goduta in ogni suo istante. A suonare questa celebrazione non poteva che essere Ezio Bosso, straordinario talento artistico, al quale è dedicata la costruzione.

Altre foto Foto della news

  • Le Opere allegoriche di prima categoria del Carnevale di Viareggio 2021
  • Le Opere allegoriche di prima categoria del Carnevale di Viareggio 2021
  • Le Opere allegoriche di prima categoria del Carnevale di Viareggio 2021
  • Le Opere allegoriche di prima categoria del Carnevale di Viareggio 2021
  • Le Opere allegoriche di prima categoria del Carnevale di Viareggio 2021
  • Le Opere allegoriche di prima categoria del Carnevale di Viareggio 2021
  • Le Opere allegoriche di prima categoria del Carnevale di Viareggio 2021
  • Le Opere allegoriche di prima categoria del Carnevale di Viareggio 2021
  • Le Opere allegoriche di prima categoria del Carnevale di Viareggio 2021

LASCIA IL TUO COMMENTO

L'indirizzo e-mail non sarà pubblicato ma utilizzato, solo se lo desideri, per avvisarti della presenza di nuovi commenti. I campi indicati con * sono obbligatori.

Avvisami se qualcuno risponde alla discussione: 

Lo STAFF Viareggino.it si riserva la possibilità di cancellare commenti nei quali sia utilizzato un linguaggio offensivo o vi siano offese a persone e/o cose. Ci auguriamo che le discussioni siano affrontate con serenità ed intelligenza da parte di tutti. Viareggino.it non è in alcun modo responsabile dei commenti inseriti.

Ultime notizie pubblicate

Viareggino.it, il Portale internet che "vive" Viareggio e la Versilia
Scrivici: info@viareggino.com
Ufficio Stampa: stampa@viareggino.com
Telefono: 389-0205164
© 1999-2021 - Proprietà Viva Associazione Culturale | P.Iva 02361310465

Iscriviti a Viareggino

91334815

Torna su