Quanto sono influenzate dai numeri le nostre vite?

Attualità 0
Quanto sono influenzate dai numeri le nostre vite?
0

A tutti sarà capitato di fare caso a una particolare ricorrenza di cifre, di controllare l’orologio e vedere che segna il proprio numero preferito o numeri particolari (11:11, 22:22), per non parlare delle coincidenze formate da date e orari che a volte fanno persino rabbrividire per l’adrenalina! Ma è solo la suggestione umana a farci meravigliare di fronte a fenomeni di questo genere oppure c’è una spiegazione logica?

La regola del 3 e quella del 5

Di certo vi sarà capitato di sentire che le cose negative capitano sempre in gruppi di 3 (la morte di persone importanti, eclissi, terremoti…) o che tutti gli eventi che accadono avvengono in 5 e possono essere divisi per 5… qual è il fondo di verità di tali leggende? Per quanto riguarda la prima, ha le sue radici in un aneddoto della prima guerra mondiale: per risparmiare sui fiammiferi i soldati in trincea cercavano di usarne il meno possibile. Un giorno, per accendere le proprie sigarette, 3 di loro ebbero l’idea di usarne solo uno: il terzo soldato venne ucciso dal cecchino nemico che vedendo la luce aveva avuto il tempo di prendere la mira e sparare. Da qui la credenza che le sventure capitino sempre in gruppi di 3. La regola del 5 invece ha un’origine più mistica: si ipotizza che possa essere legata ai 5 elementi taoisti dominanti la nostra vita, legno, fuoco, terra, metallo e acqua: tutti gli avvenimenti risultano facilmente divisibili in cinque categorie, cinque momenti e via dicendo. Un’altra ipotesi è quella del discordianesimo, una religione satirica fondata negli anni ’60 che prevede che tutto sia divisibile, moltiplicabile o in qualche modo riconducibile al numero 5.

Altre superstizioni legate ai numeri

Le credenze legate ai numeri sono tantissime. In Italia e nei paesi mediterranei a fare paura è il 17, abbinato al venerdì: quando si verifica tale coincidenza si temono eventi infausti. Al contrario, per gli inglesi è il venerdì 13 ad avere gli stessi effetti negativi! Il 13 poi è ritenuto sfortunato poiché tra i 13 presenti all’Ultima cena uno era il noto traditore Giuda: per questo motivo quando ad un pranzo o ad una cena i commensali sono 13, si aggiunge una statua (di gatto, come accade nell’Hotel Savoy di Londra e racconta la testata Il Post) per passare a 14 coperti. Anche la missione lunare Apollo 13 ha avuto a che fare con la sfortuna del numero 13: il lancio avvenne alle 13:13 dal complesso 39 (3 volte 13). Per gli asiatici invece, nonostante i punti di contatto con l’Italia e la cultura occidentale sempre maggiori, è il numero 4 a destare terrore, tanto è vero che nei palazzi e negli ascensori il quarto piano viene sempre saltato o chiamato in altro modo… in questo caso la spiegazione è semplice: il numero 4 ha la stessa pronuncia della parola morte, perciò viene ritenuto di malaugurio.

Numeri e fortuna

Ma la ricorrenza o l’apparizione di numeri non è solo legata a contesti negativi: il numero portafortuna è un’usanza comune a sportivi e artisti di tutto il mondo, per non parlare delle piccole superstizioni quotidiane legate ad essi a cui è facile assistere in tutta Italia. Ad esempio, in Italia il numero 3 è considerato fortunato perché legato al concetto di Trinità. Tantissimi numeri sono utilizzati Cabala e dalla Smorfia napoletana grazie all’interpretazione dei sogni: si dice che tutto ciò che si sogna avrà in realtà un corrispondente numerico da poter giocare… in particolare, il numero 16 è quello più fortunato di tutti. Per gli inglesi, invece, i numeri più fortunati sono il 3, il 7 e il 13, come è emerso dal sondaggio realizzato da Betway Casino: Paese che vai, usanza che trovi, e soprattutto numero fortunato che cambia. D’altronde quando si verificano coincidenze incredibili si cerca di trovare una spiegazione a ciò che accade in tutti i modi.

Una spiegazione matematica... che non spiega tutto

Dal punto di vista matematico, si può ricorrere alla legge dei grandi numeri, anche nota come teorema di Bernoulli: si tratta di una legge che descrive il comportamento della media in una sequenza di varie prove secondo una variabile causale. La media di un numero sufficiente di campioni è vicina alla media vera: guardando l’orologio più volte al giorno, è possibile dunque che le cifre che rimangono impresse siano quelle già note all’individuo, più si guarda l’orologio più è probabile che appaiano le cifre tanto cercate, esattamente come nelle lotterie grazie alla legge del calcolo delle probabilità. Queste spiegazioni però non forniscono nessuna sicurezza né certezza relativamente a tutte le questioni scaramantiche legate ai numeri: di certo è importante cercare il punto di contatto fra matematica e realtà, ma non bisogna forzare la mano!
Ci sono credenze di ogni genere su numeri fortunati e numeri sfortunati, ovviamente non è possibile avere nessuna certezza ma la cieca fiducia nel proprio numero fortunato è impossibile da scoraggiare!

LASCIA IL TUO COMMENTO

L'indirizzo e-mail non sarà pubblicato ma utilizzato, solo se lo desideri, per avvisarti della presenza di nuovi commenti. I campi indicati con * sono obbligatori.

Avvisami se qualcuno risponde alla discussione: 

Lo STAFF Viareggino.it si riserva la possibilità di cancellare commenti nei quali sia utilizzato un linguaggio offensivo o vi siano offese a persone e/o cose. Ci auguriamo che le discussioni siano affrontate con serenità ed intelligenza da parte di tutti. Viareggino.it non è in alcun modo responsabile dei commenti inseriti.

Ultime notizie pubblicate

Viareggino.it, il Portale internet che "vive" Viareggio e la Versilia
Scrivici: info@viareggino.it
Ufficio Stampa: stampa@viareggino.it
Telefono: 389-0205164
© 1999-2018 - Proprietà Viva Associazione Culturale | P.Iva 02361310465

Iscriviti a Viareggino

69464056

Torna su