Il girone di ritorno del campionato di serie A

Attualità 0
Il girone di ritorno del campionato di serie A
0

Dopo la sosta per il Mondiale in Qatar, che ha causato lo stop del campionato di serie A per sette settimane, il ritorno in campo ha mostrato diverse cose interessanti, oltre a una continuità di risultati per alcune delle squadre protagoniste di questo torneo. Non si è fermato il Napoli, nonostante abbia patito la prima sconfitta in trasferta per questo girone d’andata contro l’Inter di Inzaghi al Meazza. La Juventus dopo una striscia positiva di otto vittorie, senza subire gol, si è arresa proprio al Maradona contro la capolista. L’Inter ha dimostrato di essere ancora in lizza per la lotta scudetto, malgrado i molti punti di ritardo, ma le squadre che hanno dato segnali decisamente più importanti, in positivo e in negativo, sono state altre.

Il Milan di Pioli in crisi di identità e di risultati
Partiamo proprio da loro: dai campioni d’Italia in carica del Milan di Stefano Pioli. Il ritorno in campo è coinciso infatti con una illusoria e sofferta vittoria contro la Salernitana di Davide Nicola. Successivamente sono arrivati due pareggi contro la Roma di Mourinho e il Lecce di Marco Baroni, ma fatto ancora più sorprendente, sono arrivate anche due sconfitta in Coppa Italia e nella finale di Supercoppa italiana. La Supercoppa ancora più degli ottavi di finale di Coppa Italia, ha evidenziato fragilità e una crisi di gioco importante. La Supercoppa è andata infatti all’Inter di Inzaghi, mentre il passaggio ai quarti di finale di Coppa Italia è stato favorevole per il Torino di Ivan Juric, che durante i tempi supplementari è riuscito a espugnare San Siro, addirittura in inferiorità numerica. Il Milan non ha approfittato nemmeno del primo passo falso del Napoli di Luciano Spalletti, per accorciare il distacco in campionato. Anzi, è passato da -5 a -9 nel giro di due sole gare. Insomma un momento di flessione e di crisi d’identità per la formazione campione d’Italia in carica. Di contro ci sono invece almeno due-tre squadre che stanno facendo molto bene, tornando in gara per quanto concerne il discorso valido per un piazzamento in Champions League.

Roma e Atalanta: obiettivo Champions League ora a portata di mano?
Sorprendono in positivo due squadre su tutte: Roma e Atalanta. La Roma di Mourinho ha superato gli ottavi di finale e ha un tabellone abbastanza favorevole per quanto riguarda la Coppa Italia, visto che il Napoli è stato eliminato dalla Cremonese di Davide Ballardini. Più interessante però il discorso legato al campionato, dove la Roma vincendo contro la Fiorentina di Italiano e strappando in extremis un punto proprio al Milan, si affaccia nuovamente ai piani alti della classifica, puntando su un piazzamento utile per la Champions League. Matematicamente inoltre Roma, Atalanta e Lazio non sono ancora fuori dalla corsa scudetto, anche perché c’è da giocare il girone di ritorno, con tutte le gare e gli scontri diretti che il calendario ci offre. Torna in auge anche l’Atalanta di Gasperini che può finalmente contare sulla sua rosa, avendo recuperato uomini chiave come Muriel e Duvan Zapata. In due partite l’Atalanta ha messo a segno 13 reti, contro Salernitana e Spezia, rispettivamente in campionato e Coppa Italia. C’è poi da tenere in considerazione anche la Lazio di Maurizio Sarri, che dopo il disastroso ritorno in campo con la sconfitta di Lecce e il pareggio contro l’Empoli arrivato in rimonta, riparte da due successi, uno in Coppa Italia e l’altro in campionato.

La lotta salvezza per il campionato di serie A
La Cremonese dopo la quarta sconfitta consecutiva ha esonerato il tecnico Massimiliano Alvini, puntando su un tecnico esperto e capace in questo genere di imprese come Davide Ballardini. Ballardini infatti ha più volte centrato la salvezza con le squadre che ha allenato in passato, specialmente per quanto concerne il Genoa. Stavolta proverà a fare lo stesso con una Cremonese che rappresenta al momento il fanalino di coda del campionato, viaggiando con circa 9-10 punti di ritardo rispetto alla zona salvezza. Non stanno certo molto meglio Sampdoria e Verona, che quantomeno sono riuscite a vincere almeno una delle ultime gare di campionato, ma che non riescono a trovare una continuità di gioco e di risultati. Tra le due un po’ meglio il Verona, che ha ottenuto 4 dei suoi 9 punti proprio da quando si è tornati a giocare il 4 gennaio scorso.
Bisogna però fare ancora molta strada se si vuole tentare di agganciare squadre come Spezia, Salernitana e Sassuolo, mentre Lecce, Monza, Empoli e Bologna, viaggiando di media con oltre 9-10 punti di vantaggio. Questo ci indica come il campionato di serie A 2022-2023 sia di certo più competitivo ed equilibrato, anche in termini di pronostici e quote serie a per il discorso legato al betting, nonostante vi sia una netta separazione tra la testa della classifica, le squadre che lottano per Champions ed Europa League, le formazioni di media classifica, la lotta salvezza. Quattro tronconi per il momento ben separati tra loro, che tuttavia ci mostrano come il girone di ritorno sarà intenso, spettacolare e da vivere e seguire, gara dopo gara.

Ultime notizie pubblicate

Viareggino.it, il Portale internet che "vive" Viareggio e la Versilia
Scrivici: info@viareggino.com
Ufficio Stampa: stampa@viareggino.com
Telefono: 389-0205164
© 1999-2023 - Proprietà Viva Associazione Culturale | P.Iva 02361310465

Iscriviti a Viareggino

99585828

Torna su