Invito a Teatro

di Rebecca Palagi
Invito a Teatro

Diciamocelo, il Teatro fa bene.

Ma quale Teatro? Come attori o come spettatori?

Prima di intraprendere una strutturale analisi sul come e perché poter “fare” Teatro, è bene specificare quello che si intende per educarsi al Teatro.

Intanto le luci, le scenografie, i costumi, fanno parte di quello che è l'estetica teatrale, quello che viene a ruota, quando comunque c'è qualcuno “dentro” quella macchina che muove tutto questo affinché non appaia come semplice scenotecnica, bensì come contorno di un atto artistico che smuove le emozioni.

Partendo da qui, ci si avventura in una performance che non può essere bella per le scene o per i costumi, ma lo è anche per questi.

Ci commuove e ci diverte un qualsiasi testo, se interpretato da qualcuno che sa commuoverci o divertirci.
Quante volte si sente dire: sembrava vero!

Eppure questo non accade solo nella recitazione cinematografica, che si snoda su strade dissimili, ma anche in quel luogo così amato dai nostri antenati e purtroppo così inflazionato e spesso troppo abbassato a mancanza di una disciplina.

Anche diventare spettatori teatrali prevede una certa predisposizione, un'educazione all'Arte, una passione senza secondi fini.

Stanislavskij era solito dire: “Ama l'arte in se stessa, non te stesso nell'Arte”, a dimostrazione di un egocentrismo sterile che rende spiegabilmente mediocre un guitto.
Dunque il Teatro fa bene, se fatto bene.

Rebecca Palagi

Ultime notizie pubblicate

Viareggino.it, il Portale internet che "vive" Viareggio e la Versilia
Scrivici: info@viareggino.it
Ufficio Stampa: stampa@viareggino.it
Telefono: 389-0205164
© 1999-2018 - Proprietà Viva Associazione Culturale | P.Iva 02361310465

Iscriviti a Viareggino

66298938

Torna su